Blog: http://houseofMaedhros.ilcannocchiale.it

TUTTA COLPA DELL'EURO

I benefici di essere nell'euro superano di gran lunga i sacrifici che comporta.

Paghiamo 100 bp piu' della Germania sul nostro debito decennale, uno spread talmente ridotto che ce lo sogneremmo se ci fosse ancora la lira.

L'euro ci ha letteralmente salvati da un bagno di sangue negli anni scorsi, contenendo la bolletta energetica mentre petrolio e gas andavano alle stelle. Importiamo quasi totalmente il nostro fabbisogno energetico.

Nell'autunno 2008 la lira sarebbe diventata una specie di punching-ball. Si provi ad immaginare che tassi di interesse ci avrebbero richiesto per rifinanziare il debito.

I vincoli di Maastricht per il bilancio pubblico, benche' sforabili, esercitano comunque un enorme richiamo alla continenza sui ceti parassitari ed improduttivi, che sono i principali beneficiari delle politiche espansive (politica, burocrazia, banche, rendita sui servizi pubblici). Un terzo del totale della spesa pubblica italiana e' completamente inutile.

Il prezzo e' solo una componente dei vari fattori che incidono sul livello delle esportazioni, e neanche la piu' importante a mio parere. La Germania e' (in proporzione) il maggior esportatore mondiale, dall'immediato dopoguerra, sempre in presenza di una valuta forte (vedi anche la Svizzera). La bilancia commerciale inoltre e' composta da due voci, per sommi capi bisognerebbe aumentare il volume delle merci esportate della stessa percentuale di deprezzamento della valuta solo per bilanciare il prezzo che ti costerebbe lo stesso volume di merci importate.

La tua valuta e' il tuo merito di credito, quanto essa vale tanto vali tu (Stato).

Pubblicato il 14/2/2010 alle 12.50 nella rubrica Finanza.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web